ATTENZIONE: stai consultando la versione GRATUITA della Bancadati. Per accedere alla versione completa abbonati subito

Estremi:
T.A.R. Bari, (Puglia), 2016, Vedi massime correlate
  • Fatto

    FATTO e DIRITTO

    Con ricorso notificato in data 24.2.2016 e depositato in Segreteria in data 26.2.2016, la società ricorrente adiva il Tribunale Amministrativo Regionale per la Puglia, Sede di Bari, al fine di ottenere le pronunce meglio indicate in oggetto.

    La vicenda di causa traeva origine dall'indizione di una procedura aperta per l'affidamento novennale in concessione dei servizi di accertamento, liquidazione e riscossione (volontaria e coattiva) della quasi totalità dei tributi e delle entrate tributarie del Comune di Foggia, nonché della riscossione delle sanzioni amministrative per violazione dei regolamenti comunali e del Codice della Strada.

    All'esito di un pregresso contenzioso giurisdizionale, l'affidamento oggetto della procedura di gara veniva aggiudicato alla società Agenzia Italiana per le Pubbliche Amministrazioni S.p.A. (d'ora in poi, "A.I.P.A."), cui seguiva contratto di concessione rep. n. 9760 del 14.7.2011.

    Con rogito notarile del 22.1.2015 e del 25.5.2015, la società A.I.P.A., nell'ambito di un processo di risanamento aziendale, affittava per la durata di dodici mesi il proprio ramo di azienda relativo alla gestione di tutte le entrate degli Enti Locali al gruppo KGS S.p.A., che successivamente lo "trasferiva" alla controllata Mazal Global Solutions (d'ora in poi, "Mazal"), prevedendo espressamente che l'affitto sarebbe stato strumentale alla successiva e definitiva cessione del ramo stesso.

    L'eventuale proroga sarebbe stata espressamente pattuita tra le parti con relativa autorizzazione giudiziale, qualora necessario. Nell'ambito dell'operazione di risanamento, A.I.P.A. avviava in seguito l'iter per l'ammissione alla procedura di concordato preventivo, cui veniva ammessa con decreto del Tribunale di Milano del 4.2.2016.

    Con determinazioni dirigenziali n. 1071 del 25.9.2015 e n. 1403 del 30.11.2015, il Comune di Foggia, in forza delle previsioni recate dall'art. 116 del...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
please wait

Caricamento in corso...

please wait

Caricamento in corso...