ATTENZIONE: stai consultando la versione GRATUITA della Bancadati. Per accedere alla versione completa abbonati subito

  • Fatto

    RITENUTO IN FATTO

    1.Con la sentenza impugnata la Corte d'appello di Trieste ha confermato la condanna di R.G. e B.S.A. per i reati di bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale commessi nella loro qualità di presidenti - il primo fino al (OMISSIS) e il secondo per il periodo successivo - nonchè il R. anche nella sua qualità di amministratore di fatto successivamente alla dismissione della carica formale, della Cooperativa Produttori Latte Savoia Cinque s.c.a.r.l., posta in liquidazione coatta amministrativa nel 2008. In parziale riforma della pronunzia di primo grado la Corte territoriale ha invece assolto gli imputati perchè il fatto non sussiste per il concorrente reato di frode fiscale per il quale pure erano stati condannati dal Tribunale ed ha provveduto, previa concessione delle attenuanti generiche, alla rimodulazione del trattamento sanzionatorio. L'accusa mossa agli imputati, nella parte ritenuta fondata dalla sentenza impugnata, è quella di aver ingiustificatamente veicolato ai produttori che conferivano in cooperativa il proprio latte anche le somme corrispondenti al prezzo del prodotto ceduto in eccedenza rispetto alle quote assegnate nell'ambito della regolamentazione europea del mercato, somme che invece la normativa vigente prevede vengano prelevate per essere destinate alle casse dell'Unione. In tal senso la Savoia 5, come accertato anche in altro procedimento nel quale i due imputati sono stati condannati in maniera definitiva per il reato di truffa aggravata, era stata accreditata come acquirente primario, interponendosi (peraltro non in maniera fittizia, come stabilito dalla Corte territoriale) tra i produttori e le aziende di trasformazione del latte naturali clienti dei primi, sulle quali sarebbe gravato altrimenti l'obbligo di effettuare e versare il prelievo del prezzo delle eccedenze. In tale veste la cooperativa aveva provveduto a pagare integralmente il prezzo del latte ricevuto, anche in relazione alle eccedenze, ricorrendo...

  • Diritto

    CONSIDERATO IN DIRITTO

    1. I ricorsi sono fondati nei limiti che verranno di seguito esposti.

    2. Non è innanzi tutto ultroneo ripercorrere in estrema sintesi l'evoluzione della regolamentazione del mercato latteario per chiarire il contesto nel quale si inserisce l'odierna vicenda processuale.

    2.1 In tal senso va ricordato come, a partire dagli anni ottanta del secolo scorso, la produzione di latte è stata oggetto di politiche agricole dell'Unione, con particolare attenzione alla stabilità del relativo mercato sul territorio europeo. Perciò sono state adottare normative sovranazionali che hanno introdotto un sistema di controllo dal lato della offerta, quindi della produzione, la cui chiara finalità è costantemente risultata quella di evitare una eccessiva produzione di latte in grado di determinare una caduta dei prezzi e, conseguentemente, la crisi del settore.

    2.2 In termini assai generali ed in estrema sintesi, il sistema funziona nel seguente modo. Ogni paese membro si è visto attribuire una quota di produzione del latte che non deve superare; in caso di superamento della produzione, sulla parte eccedente viene effettuato un "prelievo supplementare" - ovvero si impone il pagamento di una somma parametrata alla quantità di latte prodotta oltre la soglia attribuita ai singoli allevatori - destinato alle casse comunitarie. Tale prelievo, da effettuarsi sulle somme dovute agli allevatori dagli acquirenti del loro latte, è volutamente determinato in una misura tale da rendere antieconomica la vendita di latte oltre il quantitativo massimo, così da scoraggiare la produzione in eccesso.

    2.3 Il sistema illustrato trova la sua disciplina, a livello comunitario, in una serie di regolamenti succedutisi nel tempo, nonchè, a livello nazionale, nelle normative attuative degli stessi emanati dai singoli Paesi membri. Con riguardo ai fatti oggetto del presente procedimento le discipline nazionali di riferimento sono...

Correlazioni:

Legislazione Correlata (7)

Visualizza successivi
please wait

Caricamento in corso...

please wait

Caricamento in corso...