ATTENZIONE: stai consultando la versione GRATUITA della Bancadati. Per accedere alla versione completa abbonati subito

Estremi:
T.A.R. Roma, (Lazio), 2016,
  • Fatto

    FATTO e DIRITTO

    I - Il giudizio all'esame del Collegio consta del gravame introduttivo e di tre ricorsi per motivi aggiunti.

    II - Partendo dal ricorso introduttivo, esso ha per oggetto l'impugnativa dell'informazione interdittiva antimafia, disposta dal Prefetto della Provincia di Roma nei confronti del Consorzio ricorrente, nonché gli atti presupposti, sulla base dei quali essa è stata adottata, e quelli consequenziali, in particolare la determina con cui il Comune di Milano ha disposto il recesso dal contratto di appalto relativo agli interventi di edilizia residenziale sociale, funzioni compatibili e relative urbanizzazioni nell'area di proprietà comunale sita in via Cogne.

    III - Si sono costituiti in giudizio il Ministero dell'Interno ed il Comune di Milano.

    IV - Con ordinanza collegiale n. 10572 del 9.12.2013, è stata dichiarata l'incompetenza di questo IV. 1 - Tribunale ed è stato indicato quale competente quello per la Lombardia.

    IV. 2 - A seguito di proposizione di regolamento di competenza, l'Adunanza plenaria del Consiglio di Stato, con ordinanza n. 22 del 31.7.2014, ha individuato questo T.a.r. quale giudice competente.

    IV. 3 - Perciò il ricorso è stato tempestivamente riassunto dinanzi al presente Tribunale.

    V - Col primo ricorso per motivi aggiunti sono stati impugnati gli ulteriori atti consequenziali adottati dal Comune di Milano, in particolare l'escussione della polizza fideiussoria rilasciata a garanzia della corretta esecuzione del contratto.

    VI - Con ordinanza n. 5118 del 17.10.2014, è stata accolta la domanda cautelare.

    Pertanto il Comune di Milano ha fatto riprendere i lavori oggetto del contratto d'appalto de quo ed ha sospeso l'escussione della polizza.

    VII - Successivamente, in data 11.3.2015, la maggioranza delle quote societarie ed il compendio del Consorzio Aedars sono stati interessati da un sequestro penale ex art. 321...

please wait

Caricamento in corso...

please wait

Caricamento in corso...