ATTENZIONE: stai consultando la versione GRATUITA della Bancadati. Per accedere alla versione completa abbonati subito

  • Fatto

    RITENUTO IN FATTO

    quanto segue:

    1. La P.N.A.C.I. - Presidenza Nazionale Azione Cattolica Italiana ha proposto ricorso per regolamento di competenza contro la Atradius Credit Insurance N.V. e nei confronti del Fallimento H.I.W.I. - Holiday Investment Worldwide Italia avverso l'ordinanza del 3 dicembre 2013, con la quale il Tribunale di Roma ha disposto la sospensione ai sensi dell'art. 295 c.p.c. del giudizio sulle domande rimaste davanti ad esso pendenti, a seguito della pronuncia su una serie di giudizi riuniti di cui dapprima era investito, di una sentenza in data 8 dicembre 2013, con la quale aveva:

    a) dichiarato cessata la materia del contendere sulla domanda avanzata dalla P.N.A.C.I. contro la H.I.W.I. - Holiday Investment Worldwide Italia per ottenere il rilascio di un complesso aziendale costituito da due case per ferie di cui era locataria e che aveva concesso in godimento alla medesima in forza di un contratto di affitto di azienda, a garanzia del cui adempimento la H.I.W.I. aveva stipulato una polizza fideiussoria con Atradius Credit Insurance N.V.;

    b) dichiarato improcedibile per essere attratte alla competenza esclusiva del Tribunale fallimentare di Roma ai sensi della L. Fall., art. 24 tutte le domande avanzate nei detti giudizi riuniti dalla P.N.A.C.I. e da Atradius nei confronti della H.I.W.I. (che nel corso dello svolgimento dei giudizi era fallita ed aveva, dopo l'interruzione, riassunto i giudizi), nonchè, alla luce dell'art. 56 cit. Legge, quelle volte a conseguire la compensazione avanzate dalla Curatela Fallimentare nei confronti della P.N.A.C.I. c) disposto come da separata ordinanza per la prosecuzione dinanzi a sè del giudizio ed in particolare su quelle avanzate dalla fallita nei confronti di P.N.A.C.I. e da quest'ultima contro la Atradius.

    2. ...

  • Diritto

    CONSIDERATO IN DIRITTO

    quanto segue:

    1. Con un unico, articolato motivo la ricorrente lamenta violazione e falsa applicazione dell'art. 295 cod. proc. civ. nonchè del R.D. 16 marzo 1942, n. 267, artt. 24, 56 e 98.

    Sostiene che, come chiaramente emergerebbe dal tenore delle clausole contrattuali, la polizza fideiussoria rilasciata dalla società assicuratrice è negozio strutturalmente diverso dalla fideiussione di cui all'art. 1936 c.c. e segg., genericamente ed erroneamente richiamati nell'ordinanza di sospensione, trattandosi, in realtà, di un contratto autonomo di garanzia che totalmente prescinde, ai fini della sua operatività, dal merito dei rapporti che intercorrono tra il contraente - ora Fallimento Holiday Investment Worldwide Italia s.r.l. - e il fideiussore-garante.

    Richiama i principi enunciati dalle Sezioni Unite di questa Corte nella sentenza n. 3947 del 2010, nonchè in altre pronunce, per inferirne la differenza strutturale tra polizza fideiussoria e fideiussione e conseguentemente l'assenza di ogni pregiudizialità tra il giudizio pendente innanzi al tribunale fallimentare e quello, illegittimamente sospeso, pendente innanzi al tribunale civile.

    2. Oppongono Atradius Credit Insurance N.V. e la Curatela Fallimentare l'inammissibilità del ricorso per difetto di autosufficienza nonchè per l'incensurabilità, in sede di legittimità, della qualificazione della garanzia operata dal giudice di merito.

    3. Va premesso, ai fini dell'esatta individuazione dell'area del proposto regolamento, che il giudizio sospeso non ha ad oggetto soltanto le questioni relative alla escussione della polizza fideiussoria, id est, ai litigiosi rapporti tra PNACI e la società assicuratrice, ma altresì le domande proposte dal Fallimento HIWI di risoluzione del...

Correlazioni:

Legislazione Correlata (2)

please wait

Caricamento in corso...

please wait

Caricamento in corso...