ATTENZIONE: stai consultando la versione GRATUITA della Bancadati. Per accedere alla versione completa abbonati subito

  • Fatto

    Svolgimento del processo

    In data 9 febbraio 1982 decedeva G. S., lasciando come chiamate ex lege alla successione la moglie F. F. e le figlie M. S. e E. S..

    F. F. e M. S. rinunciavano all'eredità.

    E. S. accettava l'eredità con beneficio di inventario e poi offriva in cessione ai creditori un immobile in Pontevico, facente parte dell'eredità, al fine di ottenere l'ammissione alla procedura di concordato preventivo della S.n.c. Rotabili F.lli S. di S. F. e C.

    Il liquidatore di tale società vendeva l'immobile, con atto in data 22 giugno 1984, a R. R., il quale, in data 29 marzo 1985, otteneva dal Pretore di Verolanuova un provvedimento di urgenza relativo al rilascio dell'immobile, detenuto da M. S., E. S. e F. F..

    Con atto notificato il 6 giugno 1984 F. F. ed E. S. convenivano davanti al Tribunale di Brescia R. R., chiedendo che venisse riconosciuto in capo a F. F., quale coniuge superstite, il diritto di abitazione di cui all'art. 540 cod. civ. sull'immobile oggetto della controversia.

    Il R. resisteva alla domanda e conveniva davanti allo stesso tribunale E. S. (in proprio), M. S., F. F., la S.n.c. Rotabili F.lli S. di S. F. e C. in persona del liquidatore, nonché i soci di tale società, D. S. e F. S. e E. S. (quale erede di G. S.), chiedendo in via principale la condanna di F. F., M. S. e E. S. al rilascio dell'immobile ed al risarcimento dei danni.

    Si costituivano F. F. e M. S., chiedendo il rigetto delle domande, e il liquidatore della S.n.c. Rotabili F.lli S. di S. F. e C.,il quale eccepiva il proprio difetto di legittimazione passiva.

    Riuniti i giudizi, il Tribunale di Brescia, con sentenza del 28 maggio 1988, dichiarava R. R. pieno proprietario dell'immobile per cui era causa, detenuto senza titolo da F. F. e M. S., che condannava alla restituzione.

    Contro tale decisione proponevano appello principale E. S. e F. F..

    R. R., con un primo appello incidentale, si...

  • Diritto

    Motivi della decisione

    Con il primo motivo le ricorrenti deducono,innanzitutto, che i giudici primo grado non avrebbero preso in esame la questione, sollevata con l'atto di appello, relativa alla inesistenza di un trasferimento da E. S. (erede) al R., avendo quest'ultimo acquistato dal concordato fallimentare, per cui fuori luogo la sentenza impugnata ha invocato la giurisprudenza secondo la quale, nel caso in cui due successive alienazioni dello stesso immobile siano state poste in essere una dal de cuius, l'altra dal suo erede, non si è in presenza di un atto proveniente a domino (quello posto in essere dal de cuius) e di un atto a non domino (quello posto in essere dall'erede), con conseguente applicazione del principio di cui all'art. 1159 cod. civ., ma di atti provenienti dal medesimo autore, per cui il conflitto tra i due successivi acquirenti va risolto a favore di quello il cui atto sia stato trascritto per primo, a norma dell'art. 2644 cod. civ.

    La doglianza è infondata, in quanto la sentenza impugnata, pur non avendo espressamente motivato sul punto, ha improntato la soluzione dei problemi che era chiamata ad affrontare sul presupposto del trasferimento da E. S. a R. R. attuato attraverso gli organi del concordato.

    Tale premessa è conforme all'orientamento di questa S.C. secondo il quale la cessione concordataria non comporta alcun trasferimento ai creditori, ma implica soltanto il conferimento di un mandato agli organi della procedura, i quali, in tal modo, sono legittimati a disporre dei beni ceduti (sent. 27 giugno 1981 n. 4177; 5 gennaio 1972 n. 5).

    Con il secondo e terzo motivo, che le ricorrenti trattano congiuntamente, vengono proposte varie censure.

    Si deduce, innanzitutto, che la questione dell'acquisto dall'erede apparente non era stata oggetto di dibattito tra le parti e quindi i giudici di secondo grado avrebbero violato l'art. 112 cod. proc. civ.

    La doglianza è infondata, in...

please wait

Caricamento in corso...

please wait

Caricamento in corso...