ATTENZIONE: stai consultando la versione GRATUITA della Bancadati. Per accedere alla versione completa abbonati subito

  • Fatto

    SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

    Il 29 aprile 2005 la società di diritto belga Gabriel Tricot s.p.r.l., con sede statutaria in (OMISSIS), chiese al Tribunale di Milano di essere ammessa alla procedura di concordato preventivo. Riferì che il centro principale dei propri interessi è ubicato in Milano e che, appunto per questo, il Tribunale di Tournai, cui la creditrice Fortis Banque si era rivolta per la declaratoria d'insolvenza della medesima Gabriel Tricot, aveva declinato la propria giurisdizione.

    La Fortis Banque intervenne nel procedimento instaurato dinanzi al Tribunale di Milano, contestando la competenza giurisdizionale del giudice italiano.

    Con decreto depositato in cancelleria il 6 luglio 2005 detto tribunale, premesso che nella specie doveva trovare applicazione l'art. 3 del regolamento Ce n. 1346/2000, relativo alle procedure d'insolvenza, a tenore del quale la competenza a provvedere spetta al giudice dello Stato nel cui territorio è ubicato il centro principale degli interessi del debitore, e che tale centro d'interessi è da ritenersi sino a prova contraria coincidente con la sede statutaria, escluse che la Gabriel Tricot avesse fornito siffatta prova contraria. Rilevò, viceversa, che in (OMISSIS) si erano tenute le principali adunanze assembleari dei soci e che lì erano pervenute le contestazioni dei creditori, erano state emesse le fatture nei confronti dei clienti ed erano stati intrattenuti i rapporti bancari della società. Osservò che, per contro, non era dimostrata l'asserita esistenza in Italia di uffici e strutture operative appartenenti alla Gabriel Tricot, avendo lo stesso legale rappresentante di detta società riferito che quelle strutture erano state trasferite altrove.

    Il tribunale dichiarò pertanto il proprio difetto di giurisdizione.

    Avverso tale decreto la Gabriel Tricot ha proposto ricorso per cassazione, al quale la Fortis Banque ha resistito depositando controricorso.

    Entrambe le parti hanno...

  • Diritto

    MOTIVI DELLA DECISIONE

    1. La controricorrente ha preliminarmente eccepito la mancata notifica del ricorso al pubblico ministero presso il giudice a quo, parte necessaria del procedimento di ammissione alla procedura di concordato preventivo.

    La denunciata omissione di notifica, contrariamente a quanto prospettato dalla medesima controricorrente, non si traduce però in un motivo d'inammissibilità, improcedibilità o nullità del ricorso. Ne potrebbe solo, eventualmente, conseguire la necessità di disporre l'integrazione del contraddittorio, assegnando alla parte interessata un termine per provvedere alla notifica del ricorso al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Milano.

    Sennonchè l'integrazione del contraddittorio nei confronti del pubblico ministero presso il giudice a quo, in sede d'impugnazione, non si rende necessaria in tutte le controversie in cui ne sia contemplato l'intervento, bensì soltanto in quelle nelle quali detto pubblico ministero sia titolare del potere di proporre impugnazione, trattandosi di cause che lui stesso avrebbe potuto promuovere o per le quali comunque sia previsto tale potere ai sensi dell'art. 72 c.p.c.. Nelle altre ipotesi le funzioni del pubblico ministero, non includendo l'autonoma facoltà d'impugnazione, vengono ad identificarsi con quelle che svolge il procuratore generale presso il giudice ad quem, e restano quindi assicurate dalla partecipazione di quest'ultimo al giudizio d'impugnazione (cfr., tra le tante, Cass. 21 marzo 1996, n. 2437).

    Non avendo il pubblico ministero il potere di promuovere egli stesso il procedimento di concordato preventivo dinanzi al tribunale, nella fattispecie in esame non si rende necessaria l'integrazione del contraddittorio e l'eccezione della controricorrente può essere senz'altro disattesa.

    2. Sempre in via preliminare occorre interrogarsi sull'ammissibilità del ricorso per cassazione avverso il provvedimento con cui il tribunale ha...

Correlazioni:

Legislazione Correlata (8)

Visualizza successivi
please wait

Caricamento in corso...

please wait

Caricamento in corso...