ATTENZIONE: stai consultando la versione GRATUITA della Bancadati. Per accedere alla versione completa abbonati subito

  • Fatto

    SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

    Nell'aprile del 1999, la curatela del fallimento Thermoimpianti s.a.s. e dei soci illimitatamente responsabili D.L. M. e C.A. convenne davanti al Tribunale di Bolzano la locale Cassa di Risparmio esponendo che, in data 22 aprile 1994, questa aveva stipulato con la Thermoimpianti s.a.s. e C. A. un "contratto condizionato di mutuo fondiario" ai sensi del D.Lgs. n. 385 del 1993, artt. 38 e segg., in virtù del quale si impegnava a mutuare alla società la somma di L. 700.000.000, mentre il C. costituiva a garanzia ipoteca su suoi beni personali. La banca era creditrice di notevoli importi nei confronti della Thermoimpianti s.a.s. e del C. per finanziamenti precedentemente erogati con la sola garanzia personale di quest'ultimo. Il mutuo non era stato materialmente erogato, o reso disponibile, all'atto della stipula, ma era stato utilizzato per appianare varie posizioni debitorie nei confronti della Cassa.

    L'ipoteca era, quindi, solo apparentemente contestuale, in quanto nella reale intenzione delle parti, era diretta a garantire posizioni creditorie dell'istituto mutuante, e configurava un atto dispositivo del patrimonio del C., pregiudizievole per i creditori, tant'è che la banca aveva successivamente chiesto l'insinuazione al passivo per L. 980.978.103, con il grado ipotecario. Ciò premesso, il curatore chiese dichiararsi inefficace, ai sensi della L. Fall., art. 66 e art. 2901 c.c., l'ipoteca in questione, siccome non contestuale al sorgere di un debito ma intesa a garantire preesistenti crediti della convenuta.

    Con ricorso del giugno 1999, la Cassa di Risparmio propose opposizione allo stato passivo del fallimento di C.A., chiedendo il riconoscimento della natura prelatizia del credito per L. 980.978.103, ammesso, viceversa, solo in via chirografaria.

    Dedusse che l'ipoteca, contestata dalla curatela, era stata regolarmente intavolata e costituita in epoca anteriore al periodo sospetto, e non era più...

  • Diritto

    MOTIVI DELLA DECISIONE

    Con il primo motivo, la ricorrente denunzia la violazione e la falsa applicazione della Legge Bancaria, artt. 38 e 39, art. 1414 c.c. e L. Fall., art. 97, nonchè omessa e comunque contraddittoria motivazione su punti decisivi della controversia. Deduce di aver provato, pur non essendone onerata, l'effettivo accredito alla Thermoimpianti delle somme mutuate, mentre controparte non ha offerto alcuna prova che tali erogazioni siano avvenute a titolo diverso da quello ex mutuo e ancor meno che siano di fatto "ritornate" alla banca mutuante.

    L'effettiva messa a disposizione della Thermoimpianti s.a.s. di numerario "fresco" è dimostrata dalla circostanza che, con le somme mutuate, il conto corrente aveva iniziato a presentare un saldo attivo e la società era stata in grado di effettuare diversi pagamenti a favore di terzi. La circostanza che nel contempo erano stati anche (temporaneamente) "azzerati" i saldi debitori (di L. 58.477.149 in data 9 maggio 1996 e di L. 109.494.320 in data 14 ottobre 1996) in essere all'epoca dei due versamenti non significa che vi era stato un "rientro" per la banca, in quanto il conto era affidato, per cui gli accrediti avevano semplicemente determinato un ripristino della provvista. Ingiustificata è, pertanto, l'affermazione della corte territoriale secondo cui le parti non avevano inteso stipulare un mutuo fondiario, ma dotare di garanzia ipotecaria i finanziamenti precedentemente concessi, privi di garanzie reali. Il presunto intento simulatorio non è riscontrato da alcuna prova, laddove numerosi elementi dimostrano la volontà delle parti di stipulare effettivamente un mutuo fondiario. Non vi è, quindi, alcuna logica ragione per affermare che l'ipoteca non è stata contestuale alla concessione del credito e che si tratterebbe soltanto di un consolidamento di posizioni debitorie. Peraltro, essendo stato il credito ex mutuo fondiario definitivamente ammesso al passivo della società, debitrice...

Correlazioni:

Legislazione Correlata (11)

Visualizza successivi
please wait

Caricamento in corso...

please wait

Caricamento in corso...