ATTENZIONE: stai consultando la versione GRATUITA della Bancadati. Per accedere alla versione completa abbonati subito

Estremi:
Tribunale Bologna, 2009,
  • Fatto

    SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

    Con ricorso depositato il 1° dicembre 2006 il ricorrente epigrafato ha opposto la cartella esattoriale notificatale il 25 ottobre 2006 per contributi dovuti alla gestione commercianti dell'INPS.

    L'opponente ha chiesto l'annullamento della cartella esattoriale per insussistenza dell'obbligo contributivo.

    L'INPS si è costituito, contestando le domande avversarie e chiedendone il rigetto.

    La causa è stata istruita per testimoni.

    Sono state depositate note difensive autorizzate.

    All'udienza del 27 febbraio 2009 il giudice ha pronunciato sentenza, dando lettura del dispositivo.

  • Diritto

    MOTIVI DELLA DECISIONE

    Il ricorso è fondato e deve essere accolto.

    Lo S. M. è socio amministratore della s.r.l. SM Informatica e, come tale, è iscritto alla gestione separata istituita presso l'INPS ai sensi della legge n. 335 del 1995.

    L'INPS ha proceduto all'iscrizione dell'opponente anche alla gestione speciale commercianti, rilevando che egli svolge attività di commercio di prodotti informatici dal mese di giugno 1997, con carattere di abitualità e prevalenza.

    Le prove dedotte non hanno confermato gli assunti dell'Istituto.

    è emerso che l'attività strettamente commerciale dello S. M. era non abituale e discontinua (v. dichiarazioni dei testi M., G. e Gh.).

    In diritto, va affermato il principio che, in applicazione dell'art. 29 comma 1 della l. n. 160/75, come sostituito dall'art. 1 comma 203 della legge n. 662/96, colui che nell'ambito d'una società a responsabilità limitata svolga attività di socio amministratore e di socio lavoratore ha l'obbligo di chiedere iscrizione nella gestione in cui svolge l'attività con carattere di abitualità e prevalenza; nell'incompatibile coesistenza delle due corrispondenti iscrizioni, è onere dell'I.N.P.S. decidere sull'iscrizione all'assicurazione corrispondente all'attività prevalente (Cass. n. 20886/2007).

    Orbene, poiché nella fattispecie appare prevalente l'attività di socio amministratore, l'iscrizione nella gestione speciale commercianti è illegittima, onde la cartella opposta deve essere annullata. Attesa l'oggettiva complessità ed incertezza della fattispecie, appare equo compensare integralmente le spese di lite.

please wait

Caricamento in corso...

please wait

Caricamento in corso...