ATTENZIONE: stai consultando la versione GRATUITA della Bancadati. Per accedere alla versione completa abbonati subito

Estremi:
Tribunale Milano, 2008,
  • Fatto

    Lafarge Adriasebina S.r.l. proponeva opposizione con ricorso ex art. 98 L. Fall. avverso il provvedimento, comunicatole il 25.5.2007 dal Curatore del Fallimento La Fiduciaria S.r.l., veniva ammesso al chirografo per l'importo di euro 98.998,51 "ricalcolati gli interessi al tasso legale previsto dal cc, tenuto conto che l'applicabilità del tasso previsto dal D.L. 231/2002 è esclusa per i debito oggetto di procedure concorsuali". L'opponente lamentava, in primo luogo, che il provvedimento concernente gli interessi ex D.L. 231/02 fosse stato adottato dal giudice delegato in data 14.5.2007, in modifica al precedente provvedimento di ammissione adottato in data 16.4.2007, in una udienza successiva a quella comunicata e in assenza di modifica del progetto di stato passivo depositato dal curatore. Sosteneva dunque che il provvedimento adottato fosse stato adottato in violazione del principio del contraddittorio determinandone la nullità. Censurava altresì il merito del provvedimento non ammissivo del richiesto riconoscimento degli interessi Disposta l'udienza in camera di consiglio ex artt. 98 e 99 L.F., e notificato il ricorso, all'udienza in camera di consiglio del 13.12.2007 compariva l'opponente, la quale insisteva nelle proprie precedenti istanze, e il collegio riservava la decisione.

    La censura svolta dall'opponente avuto riguardo alla dedotta violazione del contraddittorio non appare fondata.

    E' indubbio che la riforma del diritto fallimentare introdotta con il D.L. 5/06, e del procedimento di verifica dei crediti in particolare, ha visto propendere il legislatore per una impostazione massimamente valorizzante il contraddittorio tra le parti, modificando sensibilmente i poteri degli organi fallimentari e i rispettivi ruoli.

    Giova rammentare che la norma di cui all'art 95 L.F. stabilisce che "Il curatore deposita il progetto di stato passivo nella cancelleria del tribunale almeno quindici giorni prima dell'udienza fissata per l'esame...

    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo
please wait

Caricamento in corso...

please wait

Caricamento in corso...