ATTENZIONE: stai consultando la versione GRATUITA della Bancadati. Per accedere alla versione completa abbonati subito

Struttura
  • PROVVEDIMENTO

    • Testo vigente
    • EPIGRAFE

      Regio decreto 1942 - Disciplina del fallimento, del concordato preventivo, dell'amministrazione controllata e della liquidazione coatta amministrativa. (FALLIMENTO - LEGGE FALLIMENTARE) (1) (2) (3)

      (1) Vedi, anche, l'articolo 39 del D.P.R. 30 dicembre 2003, n. 398 e l'articolo 1 della legge 14 maggio 2005, n. 80 .

      (2) A norma dell'articolo 147, secondo comma del D.Lgs. 9 gennaio 2006, n. 5 sono soppressi tutti i riferimenti all'amministrazione controllata contenuti nel presente Regio Decreto.

      (3) L'articolo 1, comma 1, del D.Lgs. 1° dicembre 2009, n. 179, ha dichiarato indispensabile la permanenza in vigore del presente decreto.



    • ARTICOLO N.16

      (Sentenza dichiarativa di fallimento).


      Vigente dal 17/07/2006 al 31/12/2007

    • La sentenza dichiarativa di fallimento è pronunciata in camera di consiglio.

      Con la sentenza il tribunale:

      1) nomina il giudice delegato per la procedura;

      2) nomina il curatore;

      3) ordina al fallito il deposito dei bilanci e delle scritture contabili e fiscali obbligatorie, nonché dell'elenco dei creditori, entro tre giorni, se non è stato ancora eseguito a norma dell' articolo 14 (1);

      4) stabilisce il luogo, il giorno e l'ora dell'adunanza in cui si procederà all'esame dello stato passivo, entro il termine perentorio di non oltre centoventi giorni dal deposito della sentenza (2);

      5) assegna ai creditori e ai terzi, che vantano diritti reali o personali su cose in possesso del fallito, il termine perentorio di trenta giorni prima dell'adunanza di cui al numero precedente per la presentazione in cancelleria delle domande di insinuazione (3).

      La sentenza produce i suoi effetti dalla data della pubblicazione ai sensi dell' articolo 133, primo comma, del codice di procedura civile . Gli effetti nei riguardi dei terzi si producono dalla data di iscrizione della sentenza nel registro delle imprese ai sensi dell' articolo 17, secondo comma (4).

      [Con la stessa sentenza o con successivo decreto il tribunale ordina la cattura del fallito o degli altri responsabili a carico dei quali sussistano le circostanze indicate dall'art. 7 o altri indizi di colpevolezza per i reati previsti in questa legge. La sentenza o il decreto è comunicato al Procuratore del Re Imperatore, che ne cura l'esecuzione.] (5)

      (1) Numero sostituito dall' articolo 14, comma 1, lettera a), del D.Lgs. 9 gennaio 2006, n. 5.

      (2) Numero sostituito dall'articolo 14, comma 1, lettera a), del D.Lgs. 9...

    please wait

    Caricamento in corso...

    please wait

    Caricamento in corso...